Stagioni – Mario Rigoni Stern

stern_stagioni

Una passeggiata attraverso il presente e il passato di un grande uomo che ci ha lasciato già splendide testimonianze di vita e di guerra. Mario Rigoni Stern a partire dall’inverno si racconta attraverso le quattro stagioni dell’anno in un collage tra ricordi di guerra e scene di vita quotidiana. Ne fuoriesce tutta la sua passione per la natura, le montagne, la neve, le passeggiate e (ahimè) la caccia. Non a caso parliamo di un uomo che, candidato come senatore a vita, in tutta risposta disse: «Non abbandonerò mai il mio paese, le mie montagne per uno scranno in Parlamento. Non è il mio posto».

Si tratta di una lettura leggera, intensa e particolarmente cara per chi ama la natura. Personalmente ho trovato splendida la descrizione dell’inverno e in parte – escludendo le scene di caccia – quella dell’autunno: sembrava davvero di sentire gli odori del bosco e i rumori degli animali tra gli alberi rabbrividendo dal freddo.

Voto: ★★★✰✰

Erano belle le sere estive con la luna sopra i tetti. Mi pareva di sentire le stelle e invece erano i grilli sui prati. Allora le voci del paese e della natura intorno, gli odori, i rumori, le nuvole e le luci avevano chiaro riferimento con la vita e seguivano le stagioni dei nostri giuochi e del lavoro degli uomini.

Annunci

Il colore del latte – Nell Leyshon

9788863804256_il_colore_del_latte

Davvero particolare questo libro di Nell Leyshon, sceneggiatrice inglese al suo primo romanzo. Particolare è soprattutto il modo in cui la storia è narrata: una sorta di diario diviso in quattro capitoli – che rispecchiano le quattro stagioni dell’anno – in un monologo dallo stile semplice e un po’ antiquato, credibile per l’ambientazione e la giovane età della protagonista (che ha appena imparato a leggere e a scrivere).

Si parte dalla primavera, rinascita, gioia di vivere anche se nella fatica del lavoro dei campi, nella fame e nella povertà. Arriva l’estate con il grano dorato e grandi cambiamenti. L’autunno con la malinconia e la morte. E infine l’inverno che ghiaccia il cuore del lettore nelle ultime emozionanti pagine.

Lo consiglio a chi vuole una lettura veloce, leggera ma dai temi forti allo stesso tempo.

Voto: ★★★✰✰ [3 stelline e mezza in realtà]

guardai il cielo che cambiava colore e il sole che saliva.
quando mi rialzai potevo vedere la fattoria e la forma della casa e la strada e i campi.
che sognavo io se quello che sognavo poi diventava vero?
che dicevo io se qualcheduno me lo chiedeva?
non lo sapevo. sapevo che avevo dei sogni ma non sapevo quali erano.