La classifica del mese – Febbraio 2015

febbraio

cover91 www.mondadoristore.it la-stirpe-dei-re-9788898369928

Questo febbraio è stato un mese letterario davvero vario e insolito: innanzittutto grazie a Pierluigi Curcio ho riscoperto una nuova versione del mitico ciclo arturiano di cui ho già parlato qui. Tre romanzi avvincenti e storicamente calati alla perfezione che hanno allietato i mie interminabili viaggi in treno (la dura vita del pendolare!).

chi manda le onde

Chi manda le onde di Fabio Genovesi è stata una lettura splendida che mi ha lasciato un senso di benessere incredibile e sono davvero felice che sia candidato per il Premio Strega 2015. Se volete saperne di più qui il mio post a lui dedicato.

L'invenzione della madre

Romanzo dolorosissimo è stato per me L’invenzione della madre di Marco Peano, una lettura forte e incredibilmente d’impatto di cui parlerò a breve e che per le emozioni che mi ha donato merita ampiamente il primo posto.

paradisi artificiali

Come classico del mese ho scelto il mio amato Baudelaire con i suoi Paradisi artificiali, un viaggio attraverso i vizi di cui decanta virtù e (in minor numero) difetti.

la schiava dei tudor

La grande delusione è stata però La schiava dei Tudor, un romanzo d’amore che di storico ahimè non ha davvero nulla. Già il titolo fuorviante mi ha fatto immaginare castelli e complotti all’interno della corte dei Tudor, della famosa famiglia reale invece ci sono solo due paginette di contestualizzazione storica che avrebbe potuto scrivere anche un bambino. Toppatissimo e pieno di luoghi comuni, si salva per il finale tragico (io li amo che ci posso fà?) che lo fa arrivare arrancando a due stelline su cinque. Non ci siamo proprio però.

Annunci

Artorius – Pierluigi Curcio

cover91

La leggenda di Re Artù è uno dei temi più trattati nell’ambito letterario e cinematografico, io personalmente non mi annoio mai di fronte a queste splendide storie di cavalieri, religioni pagane e amori impossibili e così ho letto con piacere la versione decisamente non convenzionale di Pierluigi Curcio: Artorius. Come già dice il titolo questa versione della saga di Artù è decisamente legata alla storia romana, non aspettatevi quindi la solita trama letta e riletta.

Siamo nel II secolo d.C. vicino a Napoli quando viene alla luce il protagonista di questo romanzo, Lucio Artorio Casto. Secondogenito e causa della morte della madre, Artorius sarà destinato ad arruolarsi nelle legioni di Roma e a combattere per la sua Patria nei più accesi focolai dell’Impero: dalla Siria alla Pannonia per giungere alla Britannia dove il sogno di riunificare quei popoli così bellicosi lo porterà a sconvolgere la propria vita. Ovviamente ci sarà Merlino, ci sarà Uther Pendragon e la sua unica figlia, primo vero amore di Artorius. Ma molto cambia rispetto alla leggenda “originale” facendo compiere al lettore uno splendido viaggio alla scoperta delle tradizioni romane, ripassando un po’ di storia ma soprattutto appassionandosi a questi personaggi unici, studiati nei minimi dettagli e collocati in un contesto storico riprodotto al meglio. Artorius è un romanzo storico di grande livello che ha però la capacità di adattarsi anche a un pubblico neofita del genere grazie alle numerose note e illustrazioni. Intrighi, inganni e tradimenti ci faranno conoscere un Artù diverso da ogni precedente, enigmatico e appassionante in un crescendo di avvenimenti che culminano nell’intensissimo finale.

www.mondadoristore.it   la-stirpe-dei-re-9788898369928

E se un solo romanzo non vi basta, sappiate che Pierluigi Curcio ha scritto anche due seguiti che possono comunque essere letti indipendentemente dal precedente: Vendetta e La stirpe dei re entrambi romanzi crudi e reali, dove la morte e la sofferenza la fanno da padrona lasciando però aperto uno spiraglio per risollevarsi.

Potete acquistare qui i tre romanzi.


Voto: ★★★★✰

♫♪  The Moon and the Nightspirit – Holdrejtek

La verità gli si presentò davanti crudele e lucida. Non si odia chi non si ama.