La classifica del mese – Aprile 2015

11196552_10206465964998840_241090942_oCausa orari di lavoro assolutamente massacranti, questo è stato il mese in cui ho trascurato di più il blog e la lettura, perciò la mia classifica rispecchia in realtà tutte le letture affrontate. Posso solo dirvi che Atti osceni in luogo privato è un romanzo stupendo che consiglio a tutti voi con grande entusiasmo, che Beautiful Losers di Cohen è poesia allo stato puro e ricorda Ginsberg e Burroughs, che Cognetti non delude mai, che se siete su Instagram e volete capirci qualcosa in più Andrea Antoni ve lo spiega con chiarezza e umorismo, e che se volete leggere un bel romanzo e di solito amate Umberto Eco forse è meglio se evitate il suo ultimo lavoro!

Sperando che maggio sia qualcosa di meglio (ho iniziato Mr Mercedes di King) vi auguro un weekend lungo pieno di entusiasmanti letture!

La classifica del mese – Marzo 2015

marzo

Credo che questo sia stato uno dei mesi di letture più pulp di sempre. Tra gli splendidi racconti di Carver in Cattedrale, quelli strani e legati a psicosi e manie di Ruggine e Ossa (se avete visto il film lasciate perdere), la bella novità di Giovanni Marchese con un romanzo noir davvero strabiliante e il meraviglioso Non è un paese per vecchi direi che il mio mese è stato pieno di letture pazzesche!

Presto qualche parola in più su queste letture, sto trascurando un po’ il blog, capitemi, è un periodo di grandi rivoluzioni nella mia vita, ve ne parlerò!

La classifica del mese – Febbraio 2015

febbraio

cover91 www.mondadoristore.it la-stirpe-dei-re-9788898369928

Questo febbraio è stato un mese letterario davvero vario e insolito: innanzittutto grazie a Pierluigi Curcio ho riscoperto una nuova versione del mitico ciclo arturiano di cui ho già parlato qui. Tre romanzi avvincenti e storicamente calati alla perfezione che hanno allietato i mie interminabili viaggi in treno (la dura vita del pendolare!).

chi manda le onde

Chi manda le onde di Fabio Genovesi è stata una lettura splendida che mi ha lasciato un senso di benessere incredibile e sono davvero felice che sia candidato per il Premio Strega 2015. Se volete saperne di più qui il mio post a lui dedicato.

L'invenzione della madre

Romanzo dolorosissimo è stato per me L’invenzione della madre di Marco Peano, una lettura forte e incredibilmente d’impatto di cui parlerò a breve e che per le emozioni che mi ha donato merita ampiamente il primo posto.

paradisi artificiali

Come classico del mese ho scelto il mio amato Baudelaire con i suoi Paradisi artificiali, un viaggio attraverso i vizi di cui decanta virtù e (in minor numero) difetti.

la schiava dei tudor

La grande delusione è stata però La schiava dei Tudor, un romanzo d’amore che di storico ahimè non ha davvero nulla. Già il titolo fuorviante mi ha fatto immaginare castelli e complotti all’interno della corte dei Tudor, della famosa famiglia reale invece ci sono solo due paginette di contestualizzazione storica che avrebbe potuto scrivere anche un bambino. Toppatissimo e pieno di luoghi comuni, si salva per il finale tragico (io li amo che ci posso fà?) che lo fa arrivare arrancando a due stelline su cinque. Non ci siamo proprio però.

Le mie migliori letture del 2014

2014(1)

Con un po’ di vergogna devo ammettere che questo non è stato un anno di grandi letture, il confronto con le statistiche degli anni passati su anobii è pietoso e non sono neanche riuscita ad arrivare al traguardo che mi ero imposta di 100 libri letti in un anno su Goodreads. Comunque, anche questo è stato un anno di letture bellissime che mi sento in dovere di consigliarvi: i generi spaziano, come sempre, e di seguito troverete i 5 classici che ho amato di più, la piacevole novità dell’anno e le letture che non ho apprezzato.

Vi auguro un 2015 ricco di romanzi interessanti e passeggiate a curiosare tra i libri nelle bancarelle e, perché no, nelle biblioteche più vicine! Buona lettura!

Le mie migliori letture

  1. Shining e Doctor Sleep di Stephen King
  2. Dieci di dicembre di George Saunders
  3. Una casa alla fine del mondo di Michael Cunningham
  4. Il cardellino di Donna Tartt
  5. I tessitori di sogni di Patti Smith
  6. Vita dopo vita di Kate Atkinson
  7. La mano che teneva la mia di Maggie O’Farrell
  8. Invisible Monsters di Chuck Palahniuk
  9. Le ragazze rubate di Jennifer Clement
  10. Storia delle terre e dei luoghi leggendari di Umberto Eco

I classici più entusiasmanti

  1. Lo spleen di Parigi di Charles Baudelaire
  2. Guerra e Pace di Lev Tolstoj
  3. Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez
  4. Lezioni americane di Italo Calvino
  5. L’uomo che guardava passare i treni di G. Simenon

La sorpresa dell’anno

  • La mia musica nel silenzio di Andrea Pontiroli

I flop

  • Adulterio di Paulo Coelho
  • Il gioco di Ripper di Isabel Allende
  • La licenza di Daniel Anselme
  • Marina Bellezza di Silvia Avallone
  • Gli sdraiati di Michele Serra