20 libri da regalare a Natale a 10€

the (1)


Natale è ormai alle porte e come l’anno scorso voglio dare una mano ai ritardatari come me! Il tempo stringe e spesso non riusciamo ad organizzarci per ideare e comprare tutti i regali, perché allora non fare un salto in libreria (o farceli spedire da Amazon) con una lista di bei romanzi? Io mi affido ad un budget basso (sui 10€) ma se volete donare qualcosa di più prezioso, curiosando tra scaffali, reali o virtuali, troverete il libro perfetto per qualsiasi amico o parente.

#aNataleregalaunlibro

Qui una lista per prendere idee e spunti (se cliccate sul prezzo sarete pronti all’acquisto su Amazon), e se proprio non vi bastano date un’occhiata ai consigli dell’anno scorso qui!

  1. “Vorrei un tatuaggio color carne” di Paolo Fittipaldi: per l’amico/a tatuato/a → 10,97€
  2. “Io e te” di Niccolò Ammaniti: per i figli adolescenti → 8,50€
  3. “La Targa” di Andrea Camilleri: per il papà fissato con Camilleri → 8,50€
  4. “La storia infinita” di Michael Ende: per i sognatori che vogliono restare un po’ bambini → 7,50€
  5. “Corri fiero. Vivi libero. Selvagge storie di bikers” di Ralph Barger: per l’amico motociclista che sogna la libertà → 7,90€
  6. “Dexter il vendicatore” di Jeff Lindsay: per gli amici fissati con le serie tv → 8,08€
  7. “Storia di un cane che insegnò ad un bambino la fedeltà” di Luis Sepùlveda: per i figli dei vostri amici → 8,50€
  8. “Mattatoio n. 5” di Kurt Vonnegut: per gli amici visionari (che credono agli alieni) → 7,23€
  9. “Lo zen e la cerimonia del tè” di Kakuzo Okakura: per quelle amiche da tè delle cinque → 6,38€
  10. “Compagno di sbronze” di Charles Bukowski: per il coinquilino universitario → 6,80€
  11. “Metro 2033” di Dmitry Glukhovsky: all’amico gamers → 8,49€
  12. “In terre lontane” di Walter Bonatti: per i viaggiatori → 7,64€
  13. “Il senso di una fine”di Julian Barnes: per gli amici sempre malinconici → 6,00€
  14. “Momenti di trascurabile felicità” di Francesco Piccolo: per gli amici sempre allegri → 6,00€
  15. “La vita come un romanzo russo” di Emmanuel Carrère: per la Natal’ja Rostova che c’è in ognuna di noi → 10,20€
  16. “La grande storia del tempo. Guida ai misteri del cosmo” di Stephen Hawking: per gli amici scienziati → 8,50€
  17. “Le Ore” di Micheal Cunningham: per chi ha visto solo il film → 7,65€
  18. “Folle, folle, folle di amore per te” di Alda Merini: per i giovani innamorati (di poesia) → 5,95€
  19. “La boutique del mistero” di Dino Buzzati: per gli amanti dei racconti → 8,08€
  20. “La campana di vetro” di Sylvia Plath: per una lettura ricercata → 6,00€

Un viaggio divertente alla scoperta della tipografia: Type:Rider

Come credo già sappiate oltre che di libri sono appassionata anche di videogiochi, non amo però le console e sono ancora legata al gioco “tradizionale” con l’utilizzo di mouse e tastiera. Diciamo poi che con l’avvento di Steam, che permette di acquistare giochi per il computer effettuando un semplice download, il concetto di gioco si è rivoluzionato, sia per i prezzi più accessibili sia per una modalità più social che per mette di interagire con la comunità. In questi giorni ho finito l’ultimo Tomb Raider, che mi ha davvero soddisfatta, ma vi voglio parlare di un gioco puzzle/platform a cui sta giocando mia sorella: Type:Rider. headerIn questo gioco viaggeremo nella storia dei caratteri immedesimandoci nei “due punti :” attraverso dieci livelli che in ordine cronologico oltre a farci divertire ci racconteranno come è evoluta la tipografia nel corso della storia dell’umanità. Si parte dalle origini: dai graffiti preistorici, scrittura cuneiforme, geroglifici e così via passando poi ai monaci amanuensi con la carolina, al Rinascimento italiano, all’epoca francese con Didot, per arrivare al Novecento e scoprire come è nato il Times New Roman fino all’avvento dei caratteri vettoriali. Finalmente si tratta di un gioco che mette in risalto la cultura e la storia parlandoci non solo della nascita del libro e della carta o delle tecniche di stampa ma anche dei movimenti artistici e architettonici che influenzarono la scrittura e raccontandoci qualcosa in più sui caratteri che al giorno d’oggi usiamo quotidianamente dall’Helvetica ai vari sans serif passando per la Garamond. Ce ne fossero di giochi così! Una grafica mozzafiato e un azzeccatissimo sottofondo musicale vanno a completare questo giochino davvero ben strutturato e divertente.Vi consiglio di dare un’occhiata qui a questo brevissimo video per avere un’idea del gioco. Lo trovate anche per smartphone sul play store a soli 2,69€ o su App Store a 2,99€ (su Steam a 6,99€)!

Un anno al Museo e l’Art Project di Google

Quest’anno ho voluto iniziarlo dandomi come obbiettivo leggere di più e informarmi di più sugli eventi che accadono e sono accaduti ma soprattutto visitare quei luoghi che ho vicini e che, per pigrizia piuttosto che per mancanza di tempo, non sono mai riuscita a scovare. In questo caso parlo dei musei. L’immenso patrimonio culturale del nostro Paese ha fatto sì che sorgessero nuovi musei praticamente ovunque e io adoro entrarci. Lo adoro perché ci insegnano nel modo più bello ed efficace possibile, ovvero attraverso tutti i nostri sensi. Apprendere è più bello quando il quadro che ci ha colpito di più nella sala non era neanche segnalato sul libro di storia dell’arte del liceo, oppure, cosa c’è di meglio di sentire con le nostre orecchie la voce originale di quell’autore che tanto amiamo?

abbonamentomusei

A differenza di molti Paesi stranieri in cui l’ingresso ai musei è a offerta libera, l’Italia purtroppo si trova costretta ad adottare una politica di pagamento a causa dello scarso finanziamento da parte dello Stato. I prezzi sono purtroppo spesso proibitivi per noi giovani, soprattutto se ancora studenti, o disoccupati. Per fortuna ultimamente il MiBAC ha promosso alcune iniziative che possono dar nuova vita ai musei: non parlo solo di nuovi allestimenti più moderni e mostre di spicco internazionale ma anche di iniziative che promuovono la visita come l’entrata gratis la prima domenica di ogni mese. Io ho deciso di fare l’abbonamento ai Musei di Torino e del Piemonte; avendo meno di 26 anni ho speso 32€ e ho l’accesso libero a tantissimi musei del capoluogo piemontese e della regione.

Spero di riuscire a visitarli quasi tutti in questi 365 giorni, quindi sappiate che per un po’ su questo frivolo blog di letture si darà spazio anche a qualcosa di più! Perché non ci fate un pensierino anche voi e andate a informarvi sugli abbonamenti della vostra città?

google-art-project-Copyright-©-2014-Over-the-Topic

E se proprio non riuscite a prendervi qualche ora a settimana per dedicarla ad un museo, sappiate che Google vi permette di visitarli comodamente seduti davanti al vostro computer! Google collabora infatti con centinaia di musei, istituzioni culturali e archivi per rendere pubblico l’immenso patrimonio artistico del mondo. L’art Project di Google vi mette a disposizione 40.000 immagini di cui moltissime in gigapixel con la possibilità di apprezzare in alta definizione la singola pennellata del quadro o la levigatezza del marmo ma potete anche visitare l’interno dei palazzi in un tour virtuale. Di ogni opera una breve ma accurata descrizione e tutte le informazioni descrittive saranno utili al curioso come allo studioso. Troverete musei famosi in tutto il mondo o piccole realtà locali con l’incredibile possibilità di salvarvi la vostra galleria di opere d’arte prendendo un tema in particolare da sviluppare e condividere sui social network. Attenzione però, crea dipendenza!!!

Provando il “my BOOK diary” della Mondadori

IMG_0158

Questo Natale è stato particolarmente fruttuoso e tra i regali ricevuti spicca l’agenda tematica firmata Mondadori “my BOOK diary” realizzata in collaborazione con Chiara Gamberale. Io l’ho messa subito “in funzione” e voglio raccontarvi un po’ com’è strutturata premettendo che non ho termini di paragone con la forse più famosa Moleskine “Book Journal” (che ad occhio non sembra molto comoda essendo divisa in ordine alfabetico, quanti scrittori con la Q ci saranno mai?).

In mano si presenta coma una classica agendina con elastico per la chiusura e due segnalibri di raso nel mezzo, la copertina è piacevole al tatto e i colori sono soft. La carta è di buona qualità e appena apriamo l’agenda veniamo letteralmente travolti dalla voglia di scriverci su. A cominciare dalla cartina del mondo in cui segnare i nostri itinerari e i nostri viaggi fatti sulle pagine dei romanzi per arrivare alla struttura centrale dell’agenda: la scheda libro. Qui è possibile inserire titolo, autore, editore, anno di pubblicazione, titolo originale, nazionalità, voto (da 1 a 5 stelline) e le note. L’unica pecca è la mancanza di uno spazio per le citazioni, che io mi sono creata lasciando vuote le ultime righe. Le pagine da compilare sono circa un centinaio per cui a seconda dei vostri ritmi di lettura vi durerà da un annetto a più anni consecutivi. Io per esempio la utilizzerò solo per le mie letture più belle.

Istantanea 2

Proseguendo troviamo una serie di sezioni davvero utili composte però da poche pagine: poesie, teatro, wish list (davvero carine con anche un riquadro in cui inserire la persona che ci ha consigliato quel libro), il campo citazioni (davvero esiguo, lo terrò per le frasi memorabili), i nostri prestiti in e out, le top ten (fantastiche e per me utilissime), i blog di lettura (ricordate di inserire Legger_mente!), le app e le librerie che vogliamo ricordare, un’utilissima sezione “dal libro al film”, appunti, un indice analitico da compilare e infine dei segnalibri di cartone da ritagliare e usare. A completare il tutto degli adesivi pucciosi da incollare alle nostre recensioni contenuti in una comoda tasca di carta.

Istantanea 1

La trovo davvero una splendida idea regalo (grazie Elia per avermela regalata <3) e un’agenda ben strutturata e curata, grazie anche agli anedotti e scritti della Gamberale che vanno a riempire un po’ gli spazi qua e là. Il prezzo è piuttosto contenuto (9,90€, la metà circa della agende tematiche Moleskine) e le dimensioni adeguate. In definitiva un oggetto che ogni buon lettore a mio avviso dovrebbe tenersi sulla scrivania!

Al contrario della ricca serie Passions firmata Moleskine, la Mondadori ne ha create solo tre oltre a questa per i libri: ricette, vini e viaggi. Mi manca solo quella dei viaggi ma devo dire che anche le altre due sono davvero ben fatte!

Buone Feste da Legger_mente!

BUONE FESTE!

Vi auguro un Natale di occhi stanchi a leggere tutto il giorno in pigiama, di letture notturne nascosti sotto al piumone fino all’alba per finire una splendida storia, di gambe intorpidite con personaggi fantastici in testa e le fusa del gatto come sottofondo, di pacchetti scartati che rivelano libri regalati da persone speciali e sorrisi inaspettati parlando del vostro ultimo libro alla famiglia e agli amici: un Natale Legger_o tutto da Legger_e, da Legger_mente!

La wishlist per le nostre letture festive

postmercoledi

Leggere, leggere, leggere! Questo è il mio target per le vacanze di Natale ormai prossime. Essendo di nuovo ufficialmente archivista a tempo pieno le mie letture si stanno assottigliando. La sveglia alle sei del mattino mi rende zombie al mattino sul treno e foca spiaggiata nel letto la sera dopo cena tant’è che ho un libro di circa 200 pagine lì iniziato da un’eternità. Insomma dovrò recuperare quando sarò a casa e leggere il più possibile. Spero che anche voi condividiate il mio proposito di leggere di più perciò vi posto qui una wishlist da compilare dei libri che vorreste leggere o, perché no, farvi regalare, durante le feste. Potrebbe essere anche l’occasione per stilare una lista di buoni propositi letterari per l’imminente 2015, a voi la scelta! Che sia un tomo russo in stile Guerra e Pace o semplicemente l’ultima uscita del vostro autore preferito compilate la lista con le letture che vorreste fare prossimamente. Uno spazietto per un classico potreste sempre tenerlo che ne dite? Voi avete delle letture che rimandate da una vita? Io è da qualcosa come dieci anni che dovrei, e vorrei, leggere Delitto e Castigo, ce la farò? Me lo impongo per il 2015!

Cliccate sull’immagine, salvatela, stampate e compilate! Buone letture festive! Wishlist