Molteplicità

IMG_20140929_120327

[…] chi siamo noi, chi è ciascuno di noi se non una combinatoria d’esperienze, d’informazioni, di letture, d’immaginazioni? Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario d’oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili.

Lezioni americane – Italo Calvino

Annunci

Pagine di segni allineati

Comunque, tutte le “realtà” e le “fantasie” possono prendere forma solo attraverso la scrittura, nella quale esteriorità e interiorità, mondo e io, esperienza e fantasia appaiono composte della stessa materia verbale; le visioni polimorfe degli occhi e dell’anima si trovano contenute in righe uniformi di caratteri minuscoli o maiuscoli, di punti, di virgole, di parentesi; pagine di segni allineati fitti fitti come granelli di sabbia rappresentano lo spettacolo variopinto del mondo in una superficie sempre uguale e sempre diversa, come le dune spinte dal vento del deserto.

Lezioni americane – Italo Calvino

Le letture di Agosto ’14

In super ritardo riesco finalmente a parlarvi delle mie letture di agosto. Purtroppo c’è un gran romanzo che mi sento di consigliarvi davvero e una serie infinita di scialbe tre stelle tra cui non posso stilare una vera e propria classifica.

Nella top inserisco:

  • Vita dopo vita di Kate Atkinson di cui vi parlerò nel prossimo post
  • Lisario o il piacere infinito delle donne di Antonella Cilento un romanzo a metà tra lo storico e l’erotico, ben ambientato ma a cui manca qualcosa nella trama
  • Il padre infedele di Antonio Scurati finalista al Premio Strega di quest’anno, ben scritto ma a tratti un po’ troppo riflessivo
  • Il ritorno del naufrago di Francois Garde, incipit estremamente promettente purtroppo a metà si perde e il finale delude parecchio
  • Se mi chiami mollo tutto…però chiamami di Albert Espinosa da leggere in una mattina di nullafacenza

Come classico del mese sono finalmente riuscita a leggere L’amante di Lady Chatterley di David Herbert Lawrence, ma lo sapete che si tratta di un vero e proprio romanzo erotico di inizio secolo? Anche di questo ne parlerò più approfonditamente!

Il flop. Non so se anche voi avete notato il progressivo calo nella produzione di Paulo Coelho che, dopo alcune meraviglie come Veronika decide di morire, Lo Zahir e Undici minuti, a parer mio sta puntando tutto su strategie commerciali volte unicamente al guadagno. Vi sto parlando del suo ultimo romanzo Adulterio, un mischione di luoghi comuni e scene spinte che portano a un finale banalissimo e a duecento pippe mentali della protagonista davvero insopportabile. Sconsigliatissimo.

Vedremo cosa aspettarsi da settembre! Da grande appassionata di cicli arturiani ho deciso di  iniziare il romanzo di Excalibur di Bernard Cornwell, qualcuno di voi l’ha già letto?

agosto