Un karma pesante – Daria Bignardi

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

cop_daria_bignardi_karma_pesante

Avevo apprezzato moltissimo l’ultimo romanzo uscito della Bignardi, L’ acustica perfetta, così, spinta dalla curiosità, mi sono letta Un karma pesante che mi attraeva anche per la bella copertina (come al solito!). La protagonista questa volta è una donna, Eugenia, che si racconta in una sorta di monologo interiore.

La scrittura della Bignardi è leggera e scorrevole eppure, per quanto si legga bene, questo romanzo non mi ha lasciato molto. Sicuramente in gran parte è colpa del finale: odio i libri che non finiscono in nessun modo, inevitabilmente mi sembrano inutili (SPOILER!!!! e poi l’incidente è veramente banale! Almeno fosse morta! XD FINE SPOILER!!!). Un’altra cosa che ho trovato inadatta in questo libro sono i salti temporali: molto di moda ultimamente, per funzionare davvero dovrebbero essere ben proporzionati e suscitare la curiosità del lettore. Magari anche caotici inizialmente ma in modo comunque originale. Non è questo il caso. Fin dall’inizio sappiamo che la protagonista è sposata, ha dei bambini, ha avuto successo come regista, ecc. Ci viene continuamente anticipato che ha avuto un’adolescenza ribelle e nasce la curiosità nel lettore invece purtroppo viene raccontata a sprazzi e a dir la verità risulta abbastanza insulsa. Insomma, zero colpi di scena!

Il carattere di Eugenia invece mi ha attratta, forse perché tanto simile al mio, un po’ pessimista, un po’ litigiosa, lavoratrice e allo stesso tempo distruttrice. Incredibilmente reale e ben reso poi il rapporto col marito. Una piccola curiosità che mi tocca da vicino: ne L’ acustica perfetta la protagonista aveva il mio stesso cognome, in Un karma pesante ad un certo punto compare un personaggio secondario, un cuoco di 22 anni che si chiama Elia, e io ho un fidanzato che fa il cuoco, si chiama Elia e ha 23 anni compiuti da pochissimo! Mi sa che sta Daria Bignardi mi spia! 😉

Voto: ★★★✰✰

♫♪ Karma police – Radiohead

Nessuno sopporta il tuo dolore, la tua tristezza, nemmeno chi ti ama di più. Soprattutto chi ti ama di più. E’ più facile che a darti una mano sia il primo che passa, che quelli che ti vogliono bene.

Annunci

4 pensieri su “Un karma pesante – Daria Bignardi

  1. Non l’ho letto.
    In linea generale, trovo però che un finale aperto non sia un difetto in un libro, anzi, penso sia un pregio. Non solo perché nella vita di rado abbiamo dei “finali”, ma perché questo lascia libero il lettore di fantasticare. Il pregio dei libri rispetto ad altre forme narrative come il cinema è lo spazio all’immaginazione. Più un libro ci fa immaginare (senza mostrare in modo definitivo), ci fa partecipare, più è buono. Io dico sempre che un libro si scrive e legge in due; autore e lettore. Ognuno ci mette qualcosa di suo. Se non c’è spazio per l’interpretazione, il libro, per me, rischia di essere mediocre.

    Quanto ai salti temporali, ai flashback o forward, sono d’accordo che sia bene evitarli. Alcuni, rari, autori li sanno usare in modo magistrale. In altri casi, la maggior parte, danno l’impressione di poca coerenza, poca fantasia e necessita di riempire le pagine. Usarli, per un autore, mi pare rischioso.

    • Mi sono espressa male, anche a me piacciono i finali aperti ma devono lasciarti qualcosa, anche solo un soffio di malinconia. Questo è uno di quei libri in cui arrivato alla fine ti viene voglia di chiederti “e quindi???”, come se finisse dicendo che si alza e va a fare la spesa. L’ho trovato poi anche abbastanza “frettoloso”. Io poi sono una da finale triste, odio l’happy ending in cui tutti i problemi magicamente svaniscono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...