i Vendigatti – Erika Marinoni

Prima che leggiate questo post devo premettere che ho un amore spasmodico per i gatti. Il mio rapporto con loro è iniziato circa 10 anni fa quasi per caso quando una cucciolata di micini affamati ha iniziato a entrare nel mio cortile. Ricordo ancora quei giorni come alcuni tra i più felici della mia vita. Tra affetto e guai, fusa e coccole, sparizioni e dolori sono passati questi anni in cui senza di loro non sarei di certo stata la stessa.

vendigatti

I Vendigatti è una storia semplice e tenera che forse solo chi ha o ha avuto dei gatti può davvero comprendere. Questo libro è il classico esempio che ci fa capire quanto possano essere importanti i nostri compagni felini. Un gatto non è solo compagnia, è amore e affetto, l’antidepressivo più efficace al mondo, una macchina di fusa che ci aiuta a essere meno soli e ci fa imparare a prenderci cura di un’altra vita nel bene e nel male. Da questa breve storia impariamo che avere un gatto significa anche prendere decisioni difficili, forse mai prese nella vita e che ci cambiano nel profondo.

La scrittura è semplice, i capitoli brevi e talmente scorrevoli che lo si legge subito tutto d’un fiato. Il punto di vista passa dalla “padroncina” ai veri e propri protagonisti: tre gattini che, come molto spesso capita, si ritrovano senza madre e bisognosi di una casa. Sarà anche attraverso i loro occhi che la storia proseguirà fino ad un epilogo davvero diverso dal solito!

Personalmente questo piccolo libro mi ha fatta commuovere; a febbraio ho dovuto dire addio alla mia splendida Lennia e la ferita è ancora aperta e brucia incredibilmente leggendo certi passi. E’ un libro di quotidianità ma allo stesso tempo non la classica storia di gatti, lo consiglio perciò a chi ha dei gatti in modo da riconoscersi nella protagonista e nei piccoli pelosetti a quattro zampe!

Voto: ★★★★✰

Il ricordo di quel periodo è sempre vivo in me, come pure il dolore. Sono tante le cose che ho imparato dai gatti. Prima di tutto come sia bello vivere all’aria aperta, nella semplicità più totale. Non mi ero mai accorta di quei colori che solo gli alberi hanno in determinati periodi dell’anno, oppure del profumo dell’aria dopo un temporale e di come ci si abitui ad osservare il passare del tempo anche senza orologio, soprattutto d’estate. E poi ci sono loro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...