Sofia si veste sempre di nero

Stamattina ho avuto l’occasione di “conoscere” Paolo Cognetti, autore di uno dei libri più belli e più strani che io abbia mai letto: Sofia si veste sempre di nero. Si tratta di un libro relativamente corto (circa 200 pagine) ma che lascia dietro di sè tante sensazioni diverse. Il romanzo ha ovviamente come protagonista principale Sofia, da Cognetti definita “un anti-eroe, un blocco di granito, un nero, una che la ribellione la porta scritta sulla pelle”, ma la sua figura è completata da tutto un contorno di altri personaggi che “vivono” grazie e intorno a lei. Lo stesso autore, come me peraltro, vorrebbe davvero riuscire ad essere come Sofia: anticonformista e ribelle, un personaggio contro-corrente.

Lo consiglio a chi ha voglia di rapportarsi con una scrittura nuova e fresca, con uno spaccato di vita italiana e newyorkese e con un personaggio molto particolare!

Voto: ★★★★✰

«Tu di cosa hai paura?»
«Io di stare da sola».
«Cioè in che senso? In casa da sola?»
«Non c’è un posto preciso. Un po’ dappertutto. […]».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...